post

Coppa Toscana, San Miniato in finale: sfiderà Ulivieri

Un risultato, di quelli che suonano di impresa. Il San Miniato Femminile raggiunge, al termine di un girone infernale, la finale di Coppa Toscana, che opporrà le neroverdi ad una società professionistica quale l’Us Città di Pontedera. Le amaranto dispongono di un organico di indubbia qualità, sapientemente plasmato e allenato da un monumento del calcio italiano, Renzo Ulivieri, che dopo aver calcato i campi della serie A italiana – Parma, Sampdoria, Torino, Napoli, Cagliari, Bologna, solo per citare alcune delle piazze che ha avuto la possibilità di allenare – ha deciso di investire tutto il suo enorme sapere in un calcio, quello femminile, che ha tanto bisogno di crescere.
Ma ciò certo non impensierirà le ragazze di mister Pacciani, che proprio per questo cercheranno di dare il massimo nei novanta minuti decisivi, per dimostrare di non essere da meno.
Il cammino senese, del resto, è stato sin dall’inizio irto di difficoltà, con un esordio pirotecnico in cui le neroverdi non sono riuscite a sgambettare in casa la Pistoiese, capace di spuntarla per  4-3.
E’ stato forse proprio questo incidente, a tirar fuori la rabbia alle senesi, che nella successiva gara casalinga non hanno lasciato scampo alla Vigor, regolata per 3-1. Nell’ultimo, decisivo incontro, le ragazze di Pacciani hanno giocato il tutto per tutto, strappando all’ultimo assalto i tre punti in casa del forte Monsummano con una rete di Carniani. La contemporanea sconfitta pistoiese a Rignano, ha configurato una situazione anomala, con tre squadre a pari punti per giocarsi un posto in finale, e la classifica avulsa ha dato ragione al San Miniato. Che potrà dunque giocarsi questo match-point da sogno. In palio, oltre al titolo di Coppa Toscana, anche l’accesso alla fase nazionale del torneo, in cui le migliori squadre delle regioni italiane si affronteranno per issarsi sul tetto d’Italia.
Un obiettivo affascinante e ambizioso, che senz’altro la società senese darà il massimo per raggiungere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *