post

GIOVANISSIME super, Sangiovannese a tappeto

Eroiche. Non ci sono altre parole per descrivere le Giovanissime del San Miniato che, orfane di ben tre titolari fra cui un portiere di ruolo, s’impongono per 3-0 ai danni della Sangiovannese, scacciando la crisi e tornando a brindare ai tre punti.
L’assenza per malattia del portiere Paradisi, oltre alle defezioni di capitan Nardone e Sassetti, complicano non poco il compito a mister Balducci, che nel pregara fa quadrato con le proprie atlete nello spogliatoio: a sacrificarsi, per un tempo ciascuna, a difesa della porta nero verde sono Toppi, Mugnaini ed Ayres, in una formula che si rivelerà vincente.
Le otto ragazze in campo, infatti, moltiplicano gli sforzi, e dopo un minuto sono già avanti grazie a Di Laura, che recupera caparbiamente un pallone e va a beffare il portiere sangiovannese sul suo palo. In avvio, le senesine legittimano il vantaggio, portando più volte pericoli dalle parti del portiere avversario; nel finale di tempo, vengono un po’ fuori le ospiti, ma Toppi si disimpegna ottimamente nel suo improvvisato ruolo di estremo difensore, anche grazie all’ottima copertura di Bacciottini, Tognetto e Ayres. Nella seconda frazione, con Mugnaini in porta e quasi mai chiamata in causa, prosegue il sostanziale predominio territoriale del San Miniato, con Tognetto che su calcio piazzato va, due volte, vicinissima al gol. Pericolosissima anche la giovanissima Elia che, oltre a procurarsi diverse punizioni, sfiora il 2-0 anticipando in spaccata l’estremo difensore avversario: palla a lato d’un soffio. Ma il gol senese è nell’aria, è arriva finalmente in avvio di terzo tempo, con la rasoiata a fil di palo di una incontenibile Di Tella. Ayres, in porta per gli ultimi venti minuti, è attenta e compie due buoni interventi, mentre dall’altra parte Toppi può finalmente fare ciò che le riesce meglio, ovvero seminare scompiglio nella retroguardia avversaria: è proprio su una di queste sue percussioni in attacco, che giunge il pallone d’oro sui piedi di Di Laura, la quale deve solo ribadire in rete il gol del 3-0. La numero 10 ex-Meroni, in chiusura, sfiora anche il meritato sigillo personale, vedendosi respingere dal portiere un tiro a botta sicura dopo uno slalom implacabile.
Si conclude dunque così, senza particolari altri accadimenti, il match che vede il meritato ritorno al successo delle ragazze di mister Balducci, dopo un periodo di gare sfortunate e proibitive. Un gruppo che, malgrado le grosse limitazioni numeriche, sta comunque disputando un campionato di ottimo livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *