Un avvio di 2018 amaro per i colori neroverdi

Comincia in salita il 2018 per il San Miniato Women’s, che cade comunque al cospetto di due squadre, la Carrarese-Don Bosco e la Fiorentina, attrezzate per competere ai vertici dei rispettivi campionati.

In serie C, le ragazze di Pacciani, con Bernardini squalificata ed altre giocatrici sulla via del recupero ma non ancora al 100%, comunciano nel migliore dei modi con il lampo di Fambrini, che dopo meno di un minuto porta il San Miniato avanti. Tuttavia, col passare dei minuti sale la pressione delle apuane che, con una reazione veemente, trovano più volte la via del gol. Alla fine, il risultato sarà di 4-1 per le ospiti, in virtù delle reti di Buono, Baldini, Angelini e Tonelli.

Non hanno miglior fortuna nemmeno le Giovanissime, attese da un incontro ai limiti delle possibilità contro la Fiorentina Women’s. Le viola costruiscono il loro successo nel primo tempo, quando riescono a portarsi sul 2-0, malgrado l’ottima e ordinata difesa delle neroverdi conceda poche opportunità da rete.

Nella ripresa, dopo due minuti di puro black-out che regalano alle gigliate altre due facili marcature, le ragazze di Balducci si scuotono e trovano la rete del 4-1 con un gran destro da fuori di Di Tella. In questa fase le senesine riescono addirittura a strappare di mano il pallino del gioco alle più quotate avversarie, mantenendo alta la pressione e sfiorando la rete del 4-2, con la ribattuta di Bacciottini da pochi passi che viene incredibilmente salvata in corner dal portiere. Nel terzo tempo sono le gigliate che riprendono ad attaccare, ma una sontuosa Paradisi, oggi con la fascia di capitano al braccio, abbassa la saracinesca e non concede più nulla. Alla fine della partita, sebbene arrivi nel recupero la rete del 5-1 ospite, sono svariati gli interventi miracolosi compiuti dal portierino del San Miniato, che riscuote i complimenti anche dai tecnici avversari. L’intera squadra è comunque degna di un plauso, per essere riuscita a contenere gli attacchi di una vera e propria corrazzata. Anzi, senza quei cinque minuti di corto circuito, a inizio secondo tempo, si sarebbe parlato di una gara equilibrata sino alla fine.
Nel week end che sta per cominciare, tutte le squadre sono dunque chiamate al riscatto: match dal valore di una finale, quello che attende le grandi, che in casa ospitano il fanalino di coda Livorno con l’obbligo di fare risultato. Mister Pacciani dovrà fare a meno di alcune pedine importanti, ma si avvarrà della preziosa presenza di alcune Juniores.
Proprio le Juniores di Fambrini, sabato, riprenderanno a Firenze il loro cammino nel campionato di categoria contro il Florentia, battuto per 3-1 nella gara di andata. Chiudono il programma le Giovanissime di Balducci, impegnate domenica mattina in quel di Lucca, contro la forte Lucchese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *