post

SAN MINIATO CORSARO IN CASENTINO, SALVEZZA A UN PASSO

JUNIORES E GIOVANISSIME, NULLA DA FARE CONTRO LE PRIME DELLA CLASSE

Tre punti pesantissimi, quelli strappati dal San Miniato di mister Claudio Pacciani sull’ostico campo del Casentino, in quello che per le padrone di casa era un vero e proprio scontro salvezza.
Per le neroverdi, già abbastanza tranquille già prima dell’incontro di domenica, è un successo che vale di fatto quasi la matematica salvezza, con il Casentino che dista adesso ben nove lunghezze ma, soprattutto, la zona retrocessione che si allontana a quattordici punti di distanza, con un Livorno ancora in piena crisi fermo a quota 3.

Togni, autrice del goal dell’ 1-0

Ma passiamo al racconto del match, sin dai primi minuti di marca senese, con Togni che al 5′ è la più lesta di tutte a intervenire su un corner di Bruci battendo il portiere locale con un preciso diagonale. Le padrone di casa tentano una reazione esercitando una sterile supremazia territoriale, soffrendo però notevolmente le leste ripartenze del San Miniato, in particolare a metà tempo l’arbitro ferma Fambrini lanciata a rete per un fuorigioco che lascia qualche dubbio. D’altra parte, la difesa ben guidata da Meattini fa buona guardia, controllando agevolmente gli attacchi rosablu, sotto una pioggia torrenziale che, indubbiamente, non favorisce lo sviluppo di trame di gioco da parte delle compagini in campo.
Nella ripresa, la squadra di casa torna a spingere con insistenza alla ricerca del pareggio, ed un episodio controverso sembra dare ragione alle casentinesi, che a metà tempo possono usufruire di un calcio di rigore, decretato per un tocco di mano in area, fra le proteste delle ragazze del San Miniato: Borri non sciupa l’opportunità e trasforma nel momentaneo 1-1. Un’altra tegola sembra presagire poco dopo un’inerzia sfavorevole per le ragazze di Pacciani, costretto a mandare in porta il mediano Gangi per sostituire Mazzola, unico portiere in lista, rimasta infortunata dopo un violento colpo alla mano. Le neroverdi trasformano invece la rabbia in ardore agonistico, assediando l’area di rigore del Casentino, con Togni e Bruci che nei minuti seguenti impegnano severamente Gargiani. E’ il preludio del goal, con cui alla mezz’ora Presentini riporta in vantaggio il San Miniato con un gran bel tiro dal limite. Il finale è di grande sofferenza per le neroverdi, chiamate a difendere la propria porta con i denti, ma Gangi si improvvisa ottimamente estremo difensore, ben assistita dalla propria retroguardia, e le senesi possono così strappare tre punti assolutamente fondamentali in chiave salvezza.
Pacciani si mostra più che soddisfatto a fine partita: “Debbo fare un plauso a tutte le ragazze: hanno ben interpretato la partita, su un campo molto pesante, ed hanno lottato su ogni pallone, meritando alla fine la vittoria.”
Unica nota stonata di giornata, il brutto infortunio a Mazzola, che nelle ore successive all’incontro riscontra una frattura scomposta del mignolo. A lei l’in bocca al lupo di tutto il San Miniato, perché possa tornare il prima possibile a difendere i pali della porta neroverde.

Nulla da fare, invece, per le Juniores di Fambrini e per le Giovanissime di Balducci, impegnate rispettivamente contro Perugia ed Empoli, prime nei rispettivi raggruppamenti. Due partite proibitive, cui comunque le neroverdi hanno preso parte a testa alta. Le Juniores, in particolare, sono riuscite anche a trovare la via del goal, con Toppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *